Translate

9 gennaio 2015

Un attacco fascista alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Io sono Charlie.
Un attacco fascista  alla  Dichiarazione Universale dei Diritti Umani approvata e proclamata  Il 10 dicembre 1948 all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che deve far riflettere tutti perché questa è una guerra di civiltà per portare l’uomo verso la conoscenza la comprensione, o la barbarie.
La stampa internazionale quella ufficiale ha ripreso la notizia  e la Diplomazia Democratica ha partecipato, si è resa disponibile e ha dato supporto per condannare e sconfiggere questo terrorismo disumano.
Il mondo intero,  sin alla Cambogia, alla Russia, alla Amarica del Nord e del Sud,  sin ai Caraibi all'Australia, e Africa, la parte quella parte Libera e indipendente,  antifascista dell’umanità ha gridato e sta gridando “ IO SONO CHARLIE”
E’ la Guerra:
Una guerra non tra nazioni ma trasversale,  diversa, una guerra di civiltà di cultura contro il Fascismo contro l’oscurantismo, contro l’ignoranza.
Una guerra i cui confini sono tra l’alto e il basso, che non è solo nel pensiero Repubblicano  portare l'uomo alla dignità, ma anche alcune Monarchie illuministe sono state capaci di far alzare e far diventare i propri cittadini evoluti  come i loro stessi Re dandogli dignità e capacita intellettuale. 
Uno scontro che dovrà far comprendere che la Seconda Guerra Mondiale non è stata combattuta per niente, che sofferenza e morte non sono state dimenticate, e che il fasciamo, l’ignoranza non passerà. 
In questi anni di relativa pace,  i Media di propaganda fascista hanno assunto una parvenza democratica e  hanno sfruttato la Libertà concessa per confondere la mente delle persone, tanto da far dire a dei ragazzi delle periferie  che Charlie Hebdo  è il fascismo! Questo perché parla o schernisce anche di Dio,  o meglio schernisce  coloro che sostengono di aver avuto l’incarico diretto dallo stesso Dio!  


Dio è un elemento intimo, individuale, se credere o non credere, se accettare o non accettare una filosofia generale basata su una superstizione o un Credo assoluto.


Con quale logica e quale interesse si vuole imporre un pensiero una religione una filosofia?  Coloro che pensano e credono nella propria ragione non hanno che da dimostrarla. Come? Semplice attraverso la Trasparenza,  abbandonando quel diritto di Sussidiarietà oscurantista tanto imposto.
Si è liberi di leggere o non leggere Charlie,  di accettarlo o non accettarlo, o  di rispondergli con la stessa pacifica satira. Anche in questo momento se ci fosse una satira sulla morte dei nostri cari e amati amici  di Charlie Hebdo noi Democratici certamente soffriremmo per l'altri insensibilità al nostro dolore criticheremmo il cattivo gusto, ma certamente non andremmo ad uccidere o incatenare chi ne fosse l’autore!
Fascismo è impedire la diffusione delle idee giuste o sbagliate che siano, impedire che la gente possa liberamente discernere e accettare o rifiutare i contenuti  con cultura conoscenza comprensione in indipendenza intellettuale,  la gente non è ebete se non la si fa diventare tale, guai impedire la biodiversità intellettuale.
Fascismo è anche obbligare o imporre  in nome di Dio o di presunte ragioni o  superstizioni
.
Siamo in una fase evolutiva estremamente delicata che non può dimenticare i semi della Storia Umana. 
Chi ha colpito Charlie è lo stesso  che colpisce moschee e sta cercando di occupare lo spazio violento al fine di imporre le sue ragioni assolute integraliste. 
Questa Guerra ci sta facendo comprendere come mai  la stampa ancora indirizzata  al Colonialismo e avversa alla comunicazione libera,  cerchi di ostacolare la divulgazione dei pensieri e  delle culture attraverso internet.  Paura della conoscenza,  paura atavica come quella della scoperta che il mondo non era piatto, paura della scienza, della conoscenza che può togliere potere a coloro che lo hanno imposto coltivando l' ignoranza.
 Ora si può comprendere  come mai questa evoluzione, ben più forte di una matita,  faccia paura a  coloro che dall'ignoranza traggono benefici  e detengono il Potere e hanno e stanno provocando un rallentamento evolutivo della specie umana, solo per favorire il loro solo interesse., l'Italia ne è un esempio concreto!
Già la comunicazione i media più furbi e i poteri più compromessi stanno cercando di far dimenticare, di superare, di nascondere , di distrarre,  per poter manipolare quella fascia di persone che per opportunismo o paura tace, il cosiddetto “gregge”

La storia si ripete e come ripetiamo è la strada già percorsa  del Fascismo che lo portò a dominare a distribuire dolore.

Che la Storia non si ripeta, basta con il colonialismo verso la gente verso di noi tutti,  perché noi cittadini, popolo! Siamo stufi di dovere far patire in nome di qualcuno che che si arroga il potere nel nome della sussidiarietà assolutista. 

Nessun commento:

Posta un commento

PES MILANO

In Italia, in this moment Estremamente difficile ormai di oligarchia, la Segreteria PES decide di pubblicare, ALCUNE delle Più significative e spontanee voci di internet, omettendone la fonte per non dare spazio a provocazioni anti-Democratiche, da zona Qualsiasi Parte esse vengano

This al bene di garantire il Principio della libertà, Che Termina quando INIZIA Quella dell'altro, e sul Principio dell'attraenza del bene e della involontarietà del male (Socrate); ribadendo il Che, L'Uomo Nel Suo COMPORTAMENTO morale Si sente Responsabile delle Sue azioni, quando ESSA SI Realizza Mediante ONU Processo dialettico che attraversa le Istituzioni Politiche Democratiche Trasparenti, Cosa Ormai offuscata in this Italia di assolutistica Sussidiarietà also Nella Comunicazione multimediale, la colomba negata censura dell'Informazione impedisce OGNI Evoluzione Democratica partecipativa del pensiero, occupando Gli Spazi di grande ascolto, cosi marginando OGNI espressività Fuori dal coro gestito dal Potere.

Con amicizia socialista.

PES MILANO