Translate

1 dicembre 2014

CHE BRUTTA FINE STIAMO FACENDO!

  L'assessore regionale alla Casa Paola Bulbarelli già si era notata per la sua propensione nel cercare di strumentalizzare la situazione motivando squallidi antagonismi sociali tra la popolazione, nello logica dei due litiganti la terza gode. Incontinente, adesso  invoca addirittura l'intervento dell'esercito: "Sollecito il governo a considerare la situazione di gravissima emergenza dei quartieri popolari di Milano - ha detto - se serve l'Esercito per presidiare e prevenire le continue occupazioni di alloggi ci deve essere il concorso di tutte le istituzioni ".  
Vergogna è dir poco!
Al mercato rionale si parla di una manovra predisposta per accendere la scintilla all'apertura della Scala al solo fine di far parlare della prima serata, altrimenti ormai nessuno se la guarda più, anzi tra un po’ resterà solo il ricordo di una prima serata di un sistema obsoleto che non ha più nulla da dare, anche perché i tempi da “Va pensiero” sono cambiati e della gente nel loggione a contestare nessuno se ne frega più!
 Squallida vicenda di decadenza culturale.
La giunta Maroni ben foraggiata e unita dal Conclave in atto per la nomina del futuro Presidente della Repubblica, schiera i sui cervelli migliori attingendo alle amicizie e vocazioni, dimenticando la vergognosa situazione dei vitalizi e quanto questi pesino sulla fragile situazione lombarda. Per i quali situazioni,  scandali e condanne ecc., la comunicazione di Potere  una volta coperto il "-ma noi lo abbiamo trasmesso!-" nemmeno si sofferma  o allarga l'angolo di visuale, ma velocemente legge gli stretti nomi e le condanne al fine che la gente dimentichi velocemente le malefatte dei politici. 
La logica ormai prodotta da questa politica per noi cittadini,  è uguale alla morte, puoi cercare di rimandala ma arriva sempre e non puoi cambiarla. 
Nel giudizio poi sia vede la condanna a chi ruba una mela per sfamarsi e lascia libero, anzi premia,  ladri, corrotti, mafiosi (andrangeta ecc.), nulla facenti, con una stupefacente ingenuità!.

Più volte in Parlamento si è parlato di abolire i vitalizi , ma per i provvedimenti nulla nei fatti : da Tangentopoli alle condanne per concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione in atti giudiziari, ricettazione e persino inquinamento delle falde, il Fatto Quotidiano già il 4 ottobre ha pubblicato  pubblica la lista dei condannati in via definitiva che prendono la pensione da Onorevole da noi pagata!. Oltre l'inganno la beffa! 
La questione Lombardia la vediamo dai vitalizi, una opinione e  l’elenco dei beneficiari lo si trova in un articolo di un quotidiano  ( il fatto quotidiano), uno dei pochi  che guarda verso il futuro con un giornalismo d’inchiesta, anche se che manca  ancora di indagini approfondite per la conoscenza trasparente dei cittadini,  essenziale,  ma oggi estremamente difficile in Italia piche se domandate ad un giornalista cosa è un algoritmo e a cosa serve al massimo risponderà con una battuta!


Un bilancio che vede sborsare da parte dei cittadini cifre esagerate, come potete vedere da voi leggendo il documento!

Immaginate quante case, quanta povera gente potrebbe essere aiutata! 
Niente i poveri devono schiattare e coloro che gestiscono il Potere i sigg. della Politica cuccano il meglio!
Un potere politico che esaltato da se stesso nella sua arroganza e sicurezza ( tanto la trasparenza è minima e nessuno li disturba) ha la sua fetta di profitto ed è pronto a farla pagare a coloro che non tacciono!
Altro che Libertà Democratica! 

La soluzione prospettata da Roberto Maroni -  e dalla Sua assessore regionale alla Casa Paola Bulbarelli è quella dell'impiego di militari. 
La proposta di utilizzare l'Esercito per risolvere quest'annosa questione, in realtà, non è nuovissima, ma veramente schifosa.

VEGOGNA!

A cosa serve votare?

Nessun commento:

Posta un commento

PES MILANO

In Italia, in this moment Estremamente difficile ormai di oligarchia, la Segreteria PES decide di pubblicare, ALCUNE delle Più significative e spontanee voci di internet, omettendone la fonte per non dare spazio a provocazioni anti-Democratiche, da zona Qualsiasi Parte esse vengano

This al bene di garantire il Principio della libertà, Che Termina quando INIZIA Quella dell'altro, e sul Principio dell'attraenza del bene e della involontarietà del male (Socrate); ribadendo il Che, L'Uomo Nel Suo COMPORTAMENTO morale Si sente Responsabile delle Sue azioni, quando ESSA SI Realizza Mediante ONU Processo dialettico che attraversa le Istituzioni Politiche Democratiche Trasparenti, Cosa Ormai offuscata in this Italia di assolutistica Sussidiarietà also Nella Comunicazione multimediale, la colomba negata censura dell'Informazione impedisce OGNI Evoluzione Democratica partecipativa del pensiero, occupando Gli Spazi di grande ascolto, cosi marginando OGNI espressività Fuori dal coro gestito dal Potere.

Con amicizia socialista.

PES MILANO