Translate

17 gennaio 2013

Chi paga la campagna elettorale di Monti?

Mario Monti non ha certo sufficienti beni almeno al sole per permettersi di mettere in moto una macchina efficiente verso palazzo Chigi .  Ufficio stampa, manifesti, convegni e tutto ciò che è indispensabile per fare una campagna elettorale costa, fare politica fa guadagnare moltissimo ma costa, dunque da chi è appoggiato o sostenuto non solo a livello morale, si intende? Dunque questo il sistema del nuovo futuro Italiano? Nulla di nuovo anzi tutto come prima nella prospettiva Bersani/Monti per un viaggio organizzato per tutti gli Italiani in cui il guidatore sarà Monti e il bigliettaio Bersani questo per continuare a depredare la classe media disposta per il lavoro e il sacrificio.  Vedremo sindacati richiedere ancor più sacrifici, le pensioni già ridotte oltre i 1400 Euro mensili saranno ancor più tartassate, insomma un futuro di fame freddo e botte per tutti noi poveri in nome dei ricchi, mentre i privilegi gli stipendi i privilegi della casta saranno mantenuti e aumentati, in una storia di sfruttamento senza fine!

Affariitaliani  e Corriere della Sera ne offrono  un elenco dettagliato anche se incompleto: 
  • famiglia Agnelli 
  • Alberto Galassi, amministratore delegato di Piaggio Aero, azienda che produce velivoli privati.
  • Benito Benedini, ex presidente di Assolombarda. 
  • Claudio de Eccher, della Rizzani de Eccher, società che si occupa di grandi opere. 
  • Fambrizio Di Amato, ai vertici di Tecnimont, costola della fu Montedison che opera nelle costruzioni. 
  • Flavio Repetto, imprenditore del dolciario del gruppo Elah Dufour.
  • Montezemolo quindi Italia Futura gli ha garantito un budget non indifferente per la sua attività politica. 
  • Paolo Fassa l'imprenditore, 
  • Sergio Dompè, industria farmaceutica.
  • ecc.
  • Carlo D'Asaro Biondo, VP Google, President Operations Southern Eastern Europe, Middle East Africa    ma quest’ultimo sembrerebbe e una balla  per colpire Google che non si  è mai esposta  politicamente e che un sostegno anche indiretto  a Monti potrebbe incrinarne la credibilità internazionale di Google.
Auguri!



PES MILANO

In Italia, in this moment Estremamente difficile ormai di oligarchia, la Segreteria PES decide di pubblicare, ALCUNE delle Più significative e spontanee voci di internet, omettendone la fonte per non dare spazio a provocazioni anti-Democratiche, da zona Qualsiasi Parte esse vengano

This al bene di garantire il Principio della libertà, Che Termina quando INIZIA Quella dell'altro, e sul Principio dell'attraenza del bene e della involontarietà del male (Socrate); ribadendo il Che, L'Uomo Nel Suo COMPORTAMENTO morale Si sente Responsabile delle Sue azioni, quando ESSA SI Realizza Mediante ONU Processo dialettico che attraversa le Istituzioni Politiche Democratiche Trasparenti, Cosa Ormai offuscata in this Italia di assolutistica Sussidiarietà also Nella Comunicazione multimediale, la colomba negata censura dell'Informazione impedisce OGNI Evoluzione Democratica partecipativa del pensiero, occupando Gli Spazi di grande ascolto, cosi marginando OGNI espressività Fuori dal coro gestito dal Potere.

Con amicizia socialista.

PES MILANO