Translate

5 luglio 2012

eppur si muore! E in Italia la situazione è peggiore!


Un severo richiamo e un ultimo invito alla riflessione deve essere immediatamente inviato ai poteri Politici e giuridici nonché alle forze dell’ordine. 
Quando avviene un fatto come  avvenuto nella cittadina tedesca di Karlsruhe che un disoccupato da molto tempo non voleva perdere anche la casa e piuttosto che subire uno sfratto, ha fatto una strage. 

Bisogna ricordare che non è  unico gesto  ma viene pubblicato superando i silenzi imposti dalla ragion di Stato poiché non è un caso isolato della disperazione. Ormai parecchi cittadini ritengono  «la propria esistenza a rischio».  Le conseguenze di questi drammi  invadono la vita di tutti i non invitati al banchetto del potere.  Quella che si poteva definire una `situazione atipica´ è ormai tipicità sostenuta da leggi ingiuste e dedicate ai guadagni facile della speculazione immobiliare,  in una logica filosofica obsoleta dedicata al sostentamento della bolla immobiliare come speculazione fattibile, sulle spalle di chi lavora e inserita nel PIL nazionale anch'esso conseguentemente dopato..

Ricordiamo nel merito della questione immobiliare che il sistema Tedesco è migliore di quello Italiano,  ogni governo  sia di destra che di sinistra in Italia consolida la speculazione del mercato immobiliare sulla falsa valutazione, sostenuta da milioni di immobili tenuti sfitti al fine di drogare il mercato. In questa tragedia goderne tra i primi tra tutti sono gli speculatori pubblici i quali guidano il mercato immobiliare gestendo alloggi popolari a costi esagerati in nome della sussidiarietà e senza una vera trasparenza. 
Ecco come Giudici opportunisti, politici avidi, avvocati  prezzolati,  pubblici funzionari che si auto-giustificano,  obbligano alla sofferenza, all'ingiustizia, milioni di persone. 
Il sistema Italiano non arretra di un passo mantiene i suoi privilegi e i suoi facili guadagni sino al suo apogeo nella richiesta di Euro Bond per i  quali  bisognerebbe pagare le decisioni altrui anche se non condivise.    
Non possiamo far altro che condannare il sistema politico legislativo,  che ignora i reali problemi dei cittadini. Una severa condanno morale etica e sociale nella quale si vede chiaramente lo stato di dominanza di una classe sostenuta da false promesse su di una classe ingenua e tenuta nella ignoranza.

  • Si sospendano immediatamente tutti gli fratti per morosità.
  • Si concordi una reale diminuzione del valore immobiliare e degli affitti pari al 50%.
  • Si concordino le morosità sulla base di una vera diminuzione retroattiva del 50%.
  • Si fermi la  bolla immobiliare e le speculazioni edilizie.
  • Si obblighino gli enti pubblici alla trasparenza e alla  semplificazione al fine di rendere accessibili  tutti i dati.
  • Si obblighino i sindacati a sospendere e annullare le trattative che hanno giustificato e aiutato la bolla immobiliare.


Riteniamo opportuno non riconoscere, denunciare e invalidare tutti gli accordi stipulati tra ALER e sindacati poiché diretti al mantenimento della Bolla immobiliare.

Invitiamo i sindacati e le forze politiche di sinistra a tutelare i cittadini lavoratori, di allontanare dalla dirigenza politica coloro che hanno stretto e firmato accordi, anche se fatti in buona fede  per la ragion di Stato a sostegno del PIL, a sostegno diretto o indiretto della bolla immobiliare.

Invitiamo inoltre Giudici, Avvocati, Pubblici Ufficiali e quant'altri coinvolti, a desistere nell'applicazione di leggi ingiuste, inique, vessatorie. Richiamandoli alla loro capacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di leggi redatte nell'interesse di pochi sui molti.  Rammentandogli  che ogni decisione è imputabile a se stessi  non essendo più scusabile il loro operato,  poiché  se la causa di esse non dipende da difetto d'intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di far uso del proprio intelletto. Senza essere o pensare di avere la scusante atta  al solo scopo di favorire il facile guadagno di alcuni da  sempre privilegiati e avidi politici e immobiliaristi.


E’ ora di un ricambio di potere.

Basta con le stragi della disperazione!

PES MILANO

In Italia, in this moment Estremamente difficile ormai di oligarchia, la Segreteria PES decide di pubblicare, ALCUNE delle Più significative e spontanee voci di internet, omettendone la fonte per non dare spazio a provocazioni anti-Democratiche, da zona Qualsiasi Parte esse vengano

This al bene di garantire il Principio della libertà, Che Termina quando INIZIA Quella dell'altro, e sul Principio dell'attraenza del bene e della involontarietà del male (Socrate); ribadendo il Che, L'Uomo Nel Suo COMPORTAMENTO morale Si sente Responsabile delle Sue azioni, quando ESSA SI Realizza Mediante ONU Processo dialettico che attraversa le Istituzioni Politiche Democratiche Trasparenti, Cosa Ormai offuscata in this Italia di assolutistica Sussidiarietà also Nella Comunicazione multimediale, la colomba negata censura dell'Informazione impedisce OGNI Evoluzione Democratica partecipativa del pensiero, occupando Gli Spazi di grande ascolto, cosi marginando OGNI espressività Fuori dal coro gestito dal Potere.

Con amicizia socialista.

PES MILANO