Translate

14 febbraio 2017

voce del verbo partecipare

Comune di Milano.

"Voce del verbo Partecipare" ? Trasformazione che dovrebbe avere come luogo comune il successo.


Il 9 febbraio , il processo decisionale  del Comune di Milano “InformaMi”,  con il supporto di   eventbrite,  ha comunicato ai cittadini l'invito ad una importante iniziatica  onboarding  (...) , riferita alla partecipazione dei cittadini alla “cosa pubblica”.
Questo l'invito:
"Voce del verbo Partecipare", giovedì il forum dell'innovazione aperto ai cittadini
Si svolgerà giovedì 9 febbraio dalle 10.30 alle 17.45 presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale l'iniziativa Voce del verbo Partecipare, quinto appuntamento del forum itinerante promosso dal circuito comuninnovano. Sei i tavoli di lavoro aperti ai cittadini: Democrazia diretta e regole, Bilanci partecipativi, Co-progettazione e rigenerazione spazi urbani, Mediazione ambientale e débat public, Patti collaborativi, social street, e uso condiviso dei beni comuni e I luoghi della partecipazione, impresa e community hub. “

Peccato che la possibilità di partecipazione è stata  comunicata ai cittadini solo 48 ore prima e visto il poco tempo per l’ottimizzazione con  i precedenti  impegni, per molti è stata impedita.  
Purtroppo vi è anche da notare che la stessa comunicazione  presentava  degli ostacoli alcune barriere architettoniche web  virtuali,  necessarie per una  agevole navigazione e comprensione necessaria  per sviluppare le  funzioni obiettivo dell’incontro partecipativo. Abbiamo pensato "forse" ad una applicazione di  swarm intelligenze, certo sarebbe interessante capire l'analisi dell'algoritmo, " forse" una selezione in base alla Regola di Hamilton, non si sa!. Questo già è grave per una Città che si dipinge evoluta.

Uno sguardo superficiale agli interventi che si sono potuti seguire.
L’ insufficienza  che è  emersa in  molti interventi  è stata evidente ed elementare,  in altri invece è stata eccellenza  in contrappunto.  
Purtroppo in noi il senso di delusione e perplessità alla fine è prevalso .

Entrando nel merito, la proiezione storica  riferita alla partecipazione Democratica dei Cittadini è stata ignorante attribuendola  direttamente all’ex Presidente US si sono deviati i meriti, poiché ben si sa che la scintilla è partita da alcuni paesi Europei.  Una elementare riflessione su questa esposizione necessita visto che buona parte dei soldi per questa manifestazione  provengono dalla  EU.  E' opportuno far notare l'errata esposizione fatta in buona fede è ignoranza, lobbismo, semplice manipolazione, resta indubbiamente un fatto ingiustificabile.

Un altro intervento  indicativo,  riguarda la ricerca fatta tramite i social media  dal Sindaco Sala in fase pre-elettorale, per tutte le 49 zone di Milano. Esperienza  che si vorrebbe far continuare pur restando  una analisi allo scopo di attuare dei  processi decisionali non partecipati dai Cittadini e, mancando della elementare trasparenza necessaria allo scopo.  
Nel caso del Sindaco la  ricerca è servita per la propria elezione,  purtroppo manca di condivisione,  di trasparenza  gestionale,  di trasparenza del finanziamento,  di scopi e fini, facendo così a venir mancare  elementi strategici alla interpretazione pubblica,  che restano e sono in esclusiva dell'establishment attuale.

Altri interventi  hanno indicato la predisposizione ad un indirizzo generale  nel  voler scolarizzare i cittadini analfabeti che ancora non usano o non sanno usare il Web dimenticando di accennare alla discriminazione di cui ne sono vittime. 
Ci auguriamo che non  si voglia ripetere lontanamente la strategia  “del giro corsi ” già tristemente noti con finanziamenti non controllatati e fonte a sostegno della “bolla dell’ignoranza” . 
Questo sospetto nasce poiché negli interventi è  stato dimenticato  che già da diversi anni siamo nella importantissima rivoluzione dell’apprendimento educazione   cosi tanto da far mancare nei servizi ai cittadini la condivisione logica più semplice. Eppure il pensiero costruttivo indica nella  convinzione che la parsimonia o il rasoio di Occam, sia la spiegazione ottimale per tutto, che gli schemi semplici sono preferibili  a quelli più complessi  perché sono più controllabili,  così più adatti alla trasparenza condivisa. 
Invece si esasperano i Cittadini con programmi sostenuti da fantasiosi strategici comportamenti anti-rasoio.
Impossibile dimenticare, come è avvenuto,  che  ci  sono nuovi metodi che forniscono aiuto alla interpretabilità,  così come a superare l'incertezza. 
Questo ha  fatto sorgere il concepibile dubbio che  l’ establishment   sfrutti la buona probabilità che la massa può essere addestrata per generare una spiegazione di una previsione,  così da usare una intelligenza assistita negandola ad altri. 
Questo produce e mantiene  un sistema  in cui vengono ostacolati  e non sono indicati i fattori semplicità, interazione,  profondità della trasparenza.
Come già avviene manca l’ indirizzo alla semplificazione necessaria a rendere praticabile le informazioni pubblicate sul web a tutti  i cittadini dal livello elementare e l'interazione con  assistenti virtuali con un  l'approccio riduzionista di A.I.  che risolve i "problemi giocattolo" e necessario alle "macchine comprensione". 
Informazioni strategiche per l’intelligenza biologica collettiva come  la trasparenza  e la sua  profondità accessibile al pubblico  sono attualmente negate,  questo preclude  l’interattività necessaria alla presa di cognizione responsabile. 
Il  livello,  la partecipazione critica,  non sono stati argomenti presi in considerazione nei vari interventi eppure sono indicati anche dai  riduzionisti  nella:  ottimalità (la migliore risposta), completezza (tutte le risposte e loro profondità o trasparenza ), ripetibilità (stesse risposte ogni volta tendenti ad un valore invariabile sua nella variabiliità), parsimonia (non sprecare risorse dirette e indirette), Trasparenza del Processo (capire come la risposta era arrivata ), Scrutability (siamo in grado di capire la risposta stessa).

Forse è stato il nostro  modo errato di immaginare  che l'incontro  proponesse  ciò che indicava.  Invece è sembrata  una sorta di formazione strategica di una élite di fanteria  gestita dall’establishment,  il quale ben nascosto  si espone solo in parte  poiché non conosce quali sono i limiti degli approcci "AI" che impediscono di diventare la base per AGI,  esistente un sistema in grado di risolvere qualsiasi problema in qualsiasi dominio del problema e che è un passo importante sulla strada per l'indipendenza da modelli umani politico imposti locali.

Alcune nostre considerazioni.
 Comprendiamo che  la  tendenza naturale di attualizzare la cultura generale in modo semplice e partecipativo quale forma di Democrazia è qualcosa di troppo nuovo e volatile, ma resta  essenzialmente una tecnologia per la fiducia.  
Aspetta e vedrai è l'approccio sicuro per la maggior parte tutti,  che per noi milanesi ricorda  il “Tirem Inanz (tiriamo avanti)” .  E se pur questo è certamente un approccio ragionevole   si tratta di una strategia molto rischiosa.
L'ignoranza può essere felicità, ma se un'altra società mangia il vostro pranzo può significare l'estinzione, pertanto è nostra opinione che l’ establishment  non possa pensare e insistere in una strategia del supportare e creare  la bolla dell’ignoranza,  anche perché lo scoppio  è vicino e segnali  forti ed emergono  anche da  spettacoli di grande audience, come San Remo  che da contenitore diventa contenuto,  indicando il riflesso dai giovani  dalle banlieue  come l’attuale periodo buio.  
Il consenso generale, la cultura collettiva. Necessita l’intelligenza biologica generale che userà sempre più A.I.,  il compito dell’indirizzo politico è come e con quale scopo ma sopratutto deve essere senza inganno.

Certo, alcune  eccellenze  sono emerse  e se estrapolate dal contesto viziato è stato un piacere ascoltarle e condividerle.  In questo momento molto sperimentale  nel quale stiamo  imparando a caratterizzare  mancano dei  ricercatori e i pochi sono impediti conseguentemente  alla paura che ha lo stesso  establishment che sa di essere  già parzialmente analizzato. Penalizzare i  ricercatori che utilizzando la loro intuizione, le ipotesi plausibili e che sono in grado di costruire modelli estremamente migliori intuiti dalla capacita critica collettiva e da irresponsabili.  In altre parole, nessuno ferma il lavoro aspettando una teoria migliore. 

-MM-@live.it


PES MILANO

In Italia, in this moment Estremamente difficile ormai di oligarchia, la Segreteria PES decide di pubblicare, ALCUNE delle Più significative e spontanee voci di internet, omettendone la fonte per non dare spazio a provocazioni anti-Democratiche, da zona Qualsiasi Parte esse vengano

This al bene di garantire il Principio della libertà, Che Termina quando INIZIA Quella dell'altro, e sul Principio dell'attraenza del bene e della involontarietà del male (Socrate); ribadendo il Che, L'Uomo Nel Suo COMPORTAMENTO morale Si sente Responsabile delle Sue azioni, quando ESSA SI Realizza Mediante ONU Processo dialettico che attraversa le Istituzioni Politiche Democratiche Trasparenti, Cosa Ormai offuscata in this Italia di assolutistica Sussidiarietà also Nella Comunicazione multimediale, la colomba negata censura dell'Informazione impedisce OGNI Evoluzione Democratica partecipativa del pensiero, occupando Gli Spazi di grande ascolto, cosi marginando OGNI espressività Fuori dal coro gestito dal Potere.

Con amicizia socialista.

PES MILANO